Servizi e formazione per il benessere della persona e della cittadinanza

Febbraio 2017: sulle montagne di Bossico con il progetto VieAlte

 

Il nostro gruppo VieAlte colpisce ancora! Questo sabato 18 Febbraio ci siamo diretti a Bossico dove abbiamo fatto una nuova bellissima escursione di montagnaterapia. Questa volta abbiamo anche calpestato un poco di neve!

 

Il racconto di Martina

 

“Incontro al centro, con una nuova compagna d’avventura: Patrizia. Durante il viaggio ci sono stati momenti divertenti tra risate e balli. Già in macchina si crea un clima piacevole e spensierato tra le risate di tutti.
Arrivati a Bossico abbiamo incontrato i volontari del CAI, che ci hanno guidato; molto gentili nei modi di fare, disponibili e pazienti nelle spiegazioni dei luoghi.
È stato interessante poter vedere i ragazzi della “Stella Polare” in un contesto diverso, lontano dal caos della città, dal solito gruppo e interagire con persone nuove.
Poco prima di arrivare, iniziamo a vedere le montagne innevate e Carlos con un meraviglioso sorriso ci dice che è la prima volta che vede una vetta innevata. Iniziamo il percorso, tutti carichi.
Patrizia sale lamentandosi del respiro, fermandosi ogni sette passi circa, ma passo dopo passo è come se tra lei e l’ambiente intorno stesse nascendo un bel legame. Mi ha fatto piacere vederle lasciare i suoi panni da signora e tornare un po’ bambina, correre a toccare e lanciare per la prima volta la neve.
Diego, il casinista del gruppo, mi ha sorpreso, è stato tutto il tempo in silenzio. Ho provato molta soddisfazione nel vederlo sicuro e rilassato mentre camminava e affrontava i sentieri anche da solo.
Carlos e Giuseppe, sono rimasti per molto tempo vicini e inseparabili in testa al gruppo. Sono stata piacevolmente colpita, anche nel vedere Giuseppe, solitamente silenzioso al centro, interagire con i nostri amici volontari e insegnargli qualche parola in dialetto siciliano.
Piccola deviazione prima di pranzo, entriamo nel “respiro della montagna”, una stradina con frasi sugli alberi, fino ad arrivare in cima per meditare e scrivere su un bigliettino “La Stella Polare è passata da qui”. Poi sosta al rifugio per mangiare, Diego ha sicuramente apprezzato la cucina e i formaggi della casa.
Dopo pranzo ci incamminiamo per tornare a casa, arrivati alla macchina Patrizia voleva continuare a camminare, invece Diego, dopo aver passato la giornata tranquillo inizia a farsi sentire piangendo.
È stata una bellissima giornata in cui ho apprezzato sempre di più i ragazzi: la simpatia di Patrizia, il silenzio di Diego, lo stupore di Carlos e l’impegno di Giuseppe. Questi momenti, condivisi con loro mi hanno fatto sentire una sensazione di calore intensa, sono felice di aver avuto la possibilità di viverla e condividerla con loro.
Stanchi ma rilassati si torna a casa, una giornata ricca di forti emozioni per tutti.”

 

 

FOTOGALLERY

 


Powered by LibLab